Senologia

Search
Tumore al Seno

I dati epidemiologici identificano il cancro della mammella come il tumore più frequente tra le donne e la neoplasia femminile con la più elevata incidenza (1 donna su 8-10) ed il tasso più alto di mortalità. Colpisce nel nostro paese ogni anno circa 50.000 persone. Tale riscontro stimola la ricerca ad individuare strategie di prevenzione sempre più efficace e finalizzata al conseguimento di una precoce diagnosi del tumore del seno. Infatti, quanto più precoce è la diagnosi del cancro mammario tanto solitamente migliore è la qualità della vita che è possibile conseguire dopo il previsto percorso di cura, ottenendo la guarigione in una percentuale che supera il 90%. Si dimostra pertanto determinante il ruolo svolto dalla prevenzione, sia primaria che secondaria, la prima orientata alla promozione di stili di vita sani, la seconda all’individuazione dei sintomi iniziali della malattia (diagnosi precoce) o con l’autopalpazione o con esami sulla popolazione che non presenta sintomi (screening), strutturata in visita senologica e indagini diagnostiche periodiche secondo linee guida. In particolare, il centro di Radiodiagnostica Senologica della Pro-Clinic è dotato delle più recenti innovazioni tecnologiche di prevenzione diagnostica e delle apparecchiature necessarie per eseguire le procedure interventistiche delle lesioni mammarie di natura sospetta. La gestione clinica, diagnostica ed interventistica è affidata a personale – medico e tecnico – con consolidata expertise e sistematico aggiornamento scientifico in Senologia. La Dott.ssa Francesca Fiorentini ,coadiuvata dai tecnici radiologi, esegue le visite e le prestazioni di radiodiagnostica senologica. BROCHURE>> | Prevenzione>>

Servizio di Prevenzione e Radiodiagnostica Senologica

Mission: Obiettivo principale del Centro di Senologia è quello di mettere al centro dell’attenzione la donna e offrirle un corretto percorso diagnostico-terapeutico di qualità.

I punti di forza del Centro di Senologia

• Avanguardia Tecnologia

• Specialista in Radiodiagnostica Senologica che presta servizio nel centro dedicato presso la BREAST UNIT della Romagna, con una casistica personale di circa 20.000 letture mammografie all’anno

• Tecnico Radiologo dedicato

• Inquadramento Clinico

• Rapidità Diagnostica

• Indicazione al corretto approccio Terapeutico

• Formazione continua del personale

Percorso diagnostico

Il percorso di diagnosi in ambito senologico prevede accertamenti Clinico-Strumentali che forniscono una valutazione dello stato di salute della ghiandola mammaria qualora si evidenzino la presenza di una sospetta patologia tumorale. E’ anche da sottolineare la sua cruciale importanza nella gestione degli impianti protesici mammari che richiedono controlli periodici, a breve, medio e lungo termine.


Accertamenti Clinico-Strumentali - Visita Senologica

È l’esame eseguito da parte di uno Specialista Radiologo Senologo e da un Chirurgo Senologo OncoPlastico e si articola nell’esame clinico e nella raccolta della storia anamnestica della paziente di cui vengono individuati gli eventuali fattori di rischio per l'insorgenza del tumore del seno. La visita consiste in un attento esame Clinico mirato alla regione mammaria e ascellare, cui segue l’indicazione a ulteriori accertamenti in caso di sospette patologie, o a controlli periodici in caso di referti normali. Nell’ambito della visita vengono in particolare individuati i soggetti con elevato rischio genetico di ammalarsi di una neoplasia mammaria, meritevoli di uno specifico counselling genetico e di un monitoraggio clinico-diagnostico da eseguire secondo una specifica cadenza temporale personalizzata e differente da quella prevista per la restante popolazione femminile.

Indagini Diagnostiche

• Ecografia Mammaria (scheda tecnica esaote)

• Mammografia digitale FFDM (Full Field Digital Mammography) (scheda tecnica mammografo 3D)

• Tomosintesi

Ecografia Mammaria: esame morfologico, utilizza gli ultrasuoni e permette l’identificazione e la caratterizzazione dei noduli mammari. Rappresenta la metodica diagnostica di elezione per la prevenzione senologica della popolazione femminile con età inferiore ai 40 anni. Può essere utilizzato come integrazione e completamento alla mammografia contribuendo alla definizione diagnostica, in particolare nello studio delle mammelle ad elevata densità e nella differenziazione e caratterizzazione delle lesioni di natura solida o cistica. Costituisce la guida in real time per l’esecuzione delle procedure interventistiche cito-bioptiche delle lesioni di interesse di evidenza sonografica.

Mammografia digitale FFDM (Full Field Digital Mammography): esame morfologico, utilizza gli ultrasuoni e permette l’identificazione e la caratterizzazione dei noduli mammari. Rappresenta la metodica diagnostica di elezione per la prevenzione senologica della popolazione femminile con età inferiore ai 40 anni. Può essere utilizzato come integrazione e completamento alla mammografia contribuendo alla definizione diagnostica, in particolare nello studio delle mammelle ad elevata densità e nella differenziazione e caratterizzazione delle lesioni di natura solida o cistica. Costituisce la guida in real time per l’esecuzione delle procedure interventistiche cito-bioptiche delle lesioni di interesse di evidenza sonografica.

Tomosintesi: è una mammografia digitale, ad alta definizione, tridimensionale, in cui la mammella viene suddivisa in sezioni mi l l imet r iche per favor i re l ’ interpretazione del l ’esame mammografico. La tecnica di esecuzione di base è quella della mammografia digitale cui si aggiunge l’acquisizione sequenziale di diverse angolature ottenute attraverso il movimento del tubo per un determinato arco di tempo e con esposizioni multiple. Le immagini stratificate del seno vengono ricostruite e visualizzate in 3D diversamente dai sistemi tradizionali in cui le immagini sono proiettate in 2D da cui può derivare una sovrapposizione dei tessuti responsabile di una potenziale limitazione delle capacità di diagnosi del cancro in fase precoce. Questa nuova tecnologia presenta i suoi principali vantaggi nei seni “densi” in relazione alla riduzione della sovrapposizione tessutale. Il risultato è di un incremento dell’accuratezza diagnostica in quanto vengono individuate lesioni che risulterebbero altrimenti “invisibili” all'esame mammografico “tradizionale”.

Procedure Interventistiche

Gli esiti dei test diagnostici possono essere meritevoli di un approfondimento delle lesioni di interesse mediante prelievi di materiale citologico - agoaspirato (Fine Needle Aspiration “FNA”) o istologico - prelievo bioptico, tru cut e Mammotome - eseguiti sotto guida ecografica o stereotassica, a seconda della visibilità ecografica o mammografica delle lesioni di interesse. I prelievi citologici o istologici vengono poi sottoposti ad analisi citologica o istopatologiche. Sul materiale bioptico vengono valutati anche i cosiddetti fattori prognostici (recettori ormonali, attività proliferativa, Her2), per un eventuale trattamento neoadiuvante prechirurgico.

Questo Approccio è il reale punto di forza per una corretta pianificazione diagnostica e terapeutica che garantisce alla paziente la migliore possibilità di cura. Di fondamentale e uguale importanza durante tutto l’iter è il rapporto medico-paziente in cui informazione, comunicazione e condivisione sono elementi fondamentali per ogni atto diagnostico, terapeutico e di follow up.

Il servizio di prevenzione e radiodiagnostica senologica della Pro-Clinic ha la missione di educare e sensibilizzare le pazienti nel seguire un corretto piano di screening, per ridurre al minimo l’impatto della malattia. Mette a disposizione un supporto tecnologico all’avanguardia e competenze professionali ultra-specialistiche per inquadrare la patologia e indicarne il percorso terapeutico idoneo e personalizzato, seguendo la donna nel suo percorso.

Guarda dove si trova la clinica

Prenota un appuntamento